top of page

Sport con disabilità: quando la tecnologia fa la differenza


Nonostante la pioggia battente, tanti panathleti si sono presentati a Villa Sassa per il primo convivio "autunnale" del 2023, tenutosi lo scorso 19 ottobre, dedicato al tema della tecnologia applicata agli sport con disabilità. Se all'evento di settembre al Padel Lab di Biasca hanno partecipato anche i panathleti di due club a noi vicini, ovvero il Panathlon Club di Sion e il Panathlon Club Sopraceneri, questa volta abbiamo avuto il piacere di ospitare una quindicina di soci del Lions Club Lugano - Monte Brè, tra i quali anche il Presidente Paolo Gattigo.


Il Convivio è iniziato con un momento formale, ovvero il rinnovo delle cariche: il Presidente Alberto Stival e il Comitato attuale sono stati riconfermati con un'acclamazione, segno dell'apprezzamento dei soci per il lavoro svolto in questi due anni. Inoltre il Comitato dal 2024 si avvarrà di due membri nuovi e motivati: Alberto Pedrazzi e Sara Scalmana.

Applaudito e omaggiato anche Stefano Giulieri il quale, dopo una lunga militanza, lascia gli incarichi direttivi in seno al Panathlon Lugano ma rimane membro attivo nel Panathlon International in qualità di International Board Member & Treasurer.


La seconda parte del Convivio ha visto protagonisti gli sportivi d'élite. Aron Besozzi, Direttore della SPSE di Tenero, ha premiato i migliori studenti della scuola: Giorgio Gada, classe 2003, judoka di talento e appassionato di violino ha ottenuto l'attestato federale di maturità professionale plurilingue "indirizzo economia", percorso bilingue italiano/tedesco, con la media del 5.30. A ottenere la miglior media (5.70) nel percorso percorso plurilingue italiano/tedesco/inglese è stato Jari Allevi, classe 1995, giocatore di hockey attualmente in forza all'EHC Dübendorf Zurigo, città dove vive e lavora. Besozzi ha sottolineato la maturità e l'impegno di questi due giovani, cogliendo l'occasione di ringraziare Mauro Terribilini, dal quale ha ricevuto il testimone alla Direzione della SPSE. La successiva parte della serata è stata dedicata al tema della tecnologia applicata agli sport con disabilità: dopo un momento di silenzio per ricordare Davide Chinelli, atleta paraplegico scomparso prematuramente lo scorso 8 ottobre, ha preso la parola Alessandro Viri – membro del Comitato Centrale dell’Associazione svizzera dei paraplegici. Viri ha raccontato come le sempre migliori tecnologie hanno permesso di avvicinare sempre di più le prestazioni degli atleti con disabilità a quelle degli atleti normodotati, citando diversi esempi tra cui l'evoluzione delle performance degli atleti alle Paralimpiadi. Infine i presenti hanno potuto ascoltare una testimonianza d'eccezione: si è collegato in video Haki Doku, campione paralimpico che compare nel Guinness dei Primati con ben sei record del mondo, tra cui il maggior numero di scale scese in un’ora e in dodici ore su sedia a rotelle. Alle Paralimpiadi di Londra 2012 ha partecipato nell’handbike, sfilando come portabandiera dell'Albania nella cerimonia inaugurale. Haki Doku ha raccontato alcune delle sue tante imprese per poi soffermarsi sulla sua nuova passione, il golf, sport che riesce a svolgere grazie ad una speciale carrozzina motorizzata che alza l'utente in posizione eretta per permettergli di tirare da in piedi.




Comentários


bottom of page