• panathlonlugano

Il ruolo del team nelle corse automobilistiche


Giovedì 29 settembre 2022 nella sala “Clay Regazzoni” in Piazza Soldati a Porza si è tenuto il primo convivio autunnale del Panathlon Club Lugano al quale sono stati invitati anche i soci e amici del Panathlon Club Sopraceneri.


Fedeli al fil rouge che ci caratterizza quest’anno, anche questo evento è stato incentrato sull’importanza del team nello sport. Se è vero che il gruppo è fondamentale in tante discipline, vi sono alcuni sport che sembrano ruotare attorno a una sola persona: è il caso dell’automobilismo ed in particolare della Formula 1, dove il pilota spesso emerge rispetto a tutti gli altri componenti della squadra. Ma è davvero così? Dopo l'introduzione del Presidente Alberto Stival e il saluto del Sindaco di Porza Franco Citterio, che ha ricordato il segno profondo lasciato dalla famiglia Regazzoni nel comune, si è discusso di questi temi con due ospiti d'eccezione: Jarno Trulli, già pilota di Formula 1 dal 1997 al 2011 e con all’attivo 256 gran premi (conditi da 1 vittoria e 11 podi), e suo figlio Enzo Trulli il quale, seguendo le orme del padre, da quest’anno corre in Formula 3. L'incontro è stato moderato dal giornalista sportivo Stefano Ferrando, che ha stuzzicato i due ospiti portandoli a raccontare tanti aneddoti e svelare alcuni retroscena del mondo della Formula 1. Il messaggio emerso è stato chiaro e condiviso da padre e figlio: anche correre in auto è uno sport di gruppo con dinamiche molto complesse. Alla guida c'è una persona sola, il pilota, ma le sue prestazioni dipendono dal lavoro incessante di meccanici, progettisti, telemetristi, e tante altre figure non sempre conosciute.


Il convivio è stata anche l'occasione di consegnare a Sergio Romaneschi il Domenico Chiesa Awards, tra le massime onorificenze del Panathlon International. Un premio significativo conferito dal Panathlon International a persone – panathleti e non – che i singoli club intendono onorare per l’impegno e il contributo profusi nell’affermazione dell’ideale sportivo e dei suoi valori morali e culturali. All'inizio dell'evento i soci hanno dedicato un momento di raccoglimento in ricordo di Sergio Ostinelli, giornalista sportivo recentemente venuto a mancare.


Post recenti

Mostra tutti